BS
Via Bardonecchia 174/D - 10141 Torino - Tel.: +39-011.77.24.391 - Fax: +39-011.77.24.495 - e-mail: info@bookservice.it
La Coessenza è una casa editrice nata dal basso. È un'associazione culturale per la formazione e la comunicazione autonome. Promuove un'editoria estranea a logiche di profitto e sfruttamento degli autori e delle autrici. Lotta contro il copy right. Si fonda sui principi di condivisione della conoscenza, beni comuni, reciproco ascolto e antirazzismo.
Archivio Incontri e Iniziative

Presentazione "Ombria"- di Giammarco de Vincenzo


L’ASSOCIAZIONE DIAMOCI LA MANO
INVITA
Martedì 7 Aprile 2009 alle ore 18:00
Presso la II Circoscrizione, via Popilia
OMBRIA – Storie dalla nube
di Giammarco De Vincenzo
Edizioni il Filo - Collana Strade/Nuove voci
Presenta il romanzo
La COESSENZA



Coordina:
Manuela Perna

Interventi di:
Elisa Stefania Tropea
Claudio Dionesalvi

Letture di Silvio Stellato
Musiche di Massimiliano Muoio

L'invito è di partecipare alla presentazione del romanzo scritto da Giammarco, fratello emigrato e scrittore in coessenza. Il luogo è via Popilia, quartiere in cui la coessenza ha deciso di far circolare le proprie parole. Un'altra occasione per stare insieme, guardarsi negli occhi e comunicare attraverso la dimensione del racconto.

CALABRIA ORA 8/04/2009 La grande forza dell’Ombria De Vincenzo scrive 35 racconti sulla città E’ stato presentato ieri l’ultimo libro di Giammarco De Vincenzo “Ombria. Storie dalla nube”. Si tratta di 35 racconti che «è come se avessero dato lo sfondo poetico e concettuale all’agire di Coessenza - come introdotto da Elisa Stefania Tropea - In Ombria, infatti, ritornano temi attorno a cui ruotano le varie poetiche degli autori dell’associazione culturale e casa editrice Coessenza: la natura, la strada, il rapporto con il proprio sé e il richiamo a un’umanità nuova, permeano il libro». Tutti i racconti sono legati in maniera diversa da un sottile file rouge «una forza sconosciuta - spiega l’autore - una resistenza verso l’oblio per la piena consapevolezza, una misteriosa nube, comparsa sulla città di Ombria, fa da sfondo a ogni singolo racconto, nessuno sa spiegarsi da dove provenga cos’è, ma tutti ne percepiscono la presenza in maniera diversa come solitudine, difficoltà di comunicare, o come condensa di contraddizioni di vita, di quartieri, condensa del troppo che non è nulla, ma che va a condizionare tutte le dinamiche relazionali». Altra tematica che ritorna di racconto in racconto, richiamata dalla Tropea, è la contemplazione dei luoghi della città, dei suoi spazi, della strada come le visioni sul fiume Busento. «Nella città di Ombria – come spiegato da De Vincenzo - non sarà difficile scorgere fatti, luoghi e personaggi della nostra Cosenza». Accompagnato dalla chitarra di Massimiliano Muoio, Silvio Stellato è andato a leggere alcuni brani tratti da “Ombria. Storie dalla nube” presentato alla II circoscrizione di via Popilia da Manuela Perna, Elisa Stefania Tropea e Claudio Dionesalvi che ha ricordato come l’autore, dopo il suo importante “Il mito e genesi della religione politica nazista” edito dalla Brenner, abbia esordito come romanziere proprio con Contr’aria, prima raccolta antologica della casa editrice Coessenza, la cui unione di pensieri ed energia Giammarco De Vincenzo ha trasportato in questo suo ultimo romanzo edito da il Filo- Collana Strade /Nuove voci. Francesca Mazzotti

Cultura, politica e società a Cosenza. Appuntamenti